La mediazione familiare nel contesto legale

Redazione Pedagogika.it

Quando ho cominciato a occuparmi di mediazione familiare, tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta, in Italia, salvo pochi autori che hanno avuto il merito di portare a nostra conoscenza studi ed esperienze prevalentemente nordamericane, c'era poco altro.

La mediazione familiare nel contesto legale (2° Parte)

Redazione Pedagogika.it

(Seconda parte) Un buon mediatore familiare si adopera per mantenere adulti e responsabili i genitori in ogni fase della mediazione, capaci di prevedere le possibili conseguenze delle proprie azioni ma anche, di percepire la pertinenza di principi morali, sociali o legali a quelle date conseguenze, a prescindere dalla decisione che si prenderà di conformarsi ad essi o meno.

La mediazione penale

Redazione Pedagogika.it

Da circa sei mesi è funzionante presso i locali del Sead ( il servizio del Comune di Milano che si occupa di adolescenti in difficoltà) l 'Ufficio per la Mediazione Penale per Minori. I dodici mediatori che costituiscono il personale dell' ufficio sono operatori di vari servizi minorili o esperti che a vario titolo da anni si occupano di una nuova modalità di gestione dei conflitti. Il responsabile è Adolfo Ceretti, docente di criminologia noto per la modernità e la tensione del suo impegno sia teorico che operativo come giudice onorario presso il Tribunale Minorile di Milano.

Mediazione familiare: quale formazione?

Redazione Pedagogika.it

Chi come l'Associazione GeA da più di dieci anni si occupa di mediazione familiare guarda con particolare soddisfazione alla diffusione che la pratica ha conosciuto in questo periodo e al numero sempre crescente di servizi di mediazione avviati o in fase di progettazione in tutto il Paese. L'aumento progressivo delle separazioni coniugali (62.000 circa nel 1998) ha posto con urgenza la necessità di offrire interventi di aiuto specifico alle coppie in separazione; inoltre, l'alto numero di figli coinvolti nelle separazioni (circa 100.000 nel 1998) ha sviluppato una maggior sensibilità rispetto al rischio dei danni, spesso difficilmente rimediabili, arrecati da conflitti coniugali devastanti.

Famiglie di qui e d'altrove

Redazione Pedagogika.it

1999: anno dei nuovi cittadini Oltre che per il valore simbolico e politico - connesso ai temi dell'integrazione, dell'inclusione, della coesione sociale - l'evento è rilevante anche dal punto di vista "definitorio". Gli extracomunitari, i lavoratori stranieri, gli immigrati venuti da lontano diventano, perlomeno nel linguaggio, meno distanti e provvisori. Lo spazio sociale loro attribuito si amplia fino a comprendere le dimensioni e i ruoli di genitore, utente, vicino di casa, consumatore, paziente ... "nuovo cittadino". Il cambiamento della denominazione rispecchia i mutamenti intervenuti in questi anni e tuttora in corso. Da una fase iniziale, durante la quale erano presenti solo lavoratori singoli, più o meno provvisori e in transito, si sta gradualmente passando ad una fase nella quale altri soggetti sociali fanno la loro comparsa: i coniugi, i figli, i congiunti, i nuclei famigliari.

La mediazione culturale

Redazione Pedagogika.it

Intervista a Yacine Sall *

Pedagogika.it - XVIII - 2

EDUCAZIONE E VALORI: Siamo in un'epoca di grandi e repentini cambiamenti, il mutare delle condizioni complessive del nostro Paese, come di buona parte...

PEDAGOGIKA.IT - XVIII - 1

DOVE CRESCONO  BAMBINE E BAMBINI: Retoriche dell'infanzia e buoni sentimenti relegano i discorsi sull'educazionea stanchi riti appassiti sul...

PEDAGOGIKA.IT - XVII - 4

AMBIENTE E CAMBIA...MENTI:  Sono passati 50 anni da quando il libro della biologa Rachel Carson Primavera Silenziosa destò per la prima...

PEDAGOGIKA.IT - XVII - 3

LA FORMAZIONE ENTRA IN CAMPO: Ogni 4 anni il fenomeno delle Olimpiadi (e in parte delle Paralimpiadi) riporta alla luce e all'attenzione di miliardi di...

Stripes Cooperativa Sociale Onlus - Via Domenico Savio 6 - Rho (Mi) - T. +39 02 9316667 - F. +39 02 93507057 - stripes@pedagogia.it

Pedagogika.it: Registrazione al Tribunale: n. 187 del 29 marzo 1997 | ISSN: 1593-2259