Operatori psico-sociali formazione, esperienza e quotidianità

Il punto di vista, inteso come luogo dal quale affrontare un problema, risente dell'esperienza soggettiva di ciascuno. Affrontare, quindi, il tema della formazione, porta a ripensare alle proprie esperienze, evidenziandone gli aspetti problematici, senza alcuna pretesa di esaurire l'argomento, ma indicando delle aperture possibili.

Interventi educativi con figli di famiglie maltrattanti

Redazione Pedagogika.it

Sempre più spesso gli operatori della rete psicosocioeducativa sono chiamati a costruire dei progetti multiprofessionali che concernono minori maltrattati, abusati sessualmente, gravemente trascurati. Tali progetti, che vedono come soggetto protagonista il minore, ma non possono - nel suo interesse - trascurarne i genitori (spesso portatori di patologie psichiatriche e/o di dipendenza da alcol e droga, inseriti di regola in famiglie problematiche da più generazioni), sono per loro natura estremamente complessi. In tale complessità rischia di smarrirsi il ruolo di ciascuno e l'interconnessione di ciascun ruolo con quello degli altri membri della rete. Vorremmo qui riportare una semplice griglia che favorisca la chiarezza dell'intervento dell'educatore di fronte a questi tipi di minori e di famiglie, in modo da permettere una collaborazione efficace con assistenti sociali e psicologi che si occupano del medesimo caso.

Affido: una rete di relazioni familiari

Redazione Pedagogika.it

Il diritto del minore di vivere nella propria famiglia è ormai "stampato" nella mente di tutti gli operatori che si occupano di tutela minorile ma sempre più spesso ci si interroga su "quale" famiglia può essere utile ad un bambino per crescere. Crescere, non solo fisiologicamente, significa acquisire una propria identità, essere capace di affrontare la realtà esterna trovando mediazioni tra idealità e reali possibilità, essere in grado di controllare le proprie pulsioni, la propria istintualità perché ci sia spazio per la libertà e la ragione e non solo per il proprio desiderio.

Cosa sono oggi i bambini? Intervista a Marcello Bernardi

Redazione Pedagogika.it

Siamo andate ad intervistare un grande pediatra, un uomo che ha messo il suo mestiere a disposizione di tutti i genitori, uomo di grande sensibilità capace di entrare in sintonia anche con le persone più semplici, un punto di riferimento per i genitori italiani e per molti operatori che lavorano con i bambini. Entrando nella sua casa, dove ci ha rilasciato l'intervista, si coglie subito un mondo pieno di calore e di saggezza, (sia chiaro non di quella vecchia e stantia della quale nessuno se ne può fare nulla, perché non più in grado di "dare il cattivo esempio" come recita la vecchia canzone di De André Bocca di Rosa) ma un clima particolare capace di porre l'interlocutore in contatto con la sua parte più intima e vera. Un piacevole pomeriggio primaverile per parlare di bambini utilizzando la lente di ingrandimento dell'amore verso gli altri, ma anche dell'imperfetta umanità.

Pedagogika.it - XVIII - 2

EDUCAZIONE E VALORI: Siamo in un'epoca di grandi e repentini cambiamenti, il mutare delle condizioni complessive del nostro Paese, come di buona parte...

PEDAGOGIKA.IT - XVIII - 1

DOVE CRESCONO  BAMBINE E BAMBINI: Retoriche dell'infanzia e buoni sentimenti relegano i discorsi sull'educazionea stanchi riti appassiti sul...

PEDAGOGIKA.IT - XVII - 4

AMBIENTE E CAMBIA...MENTI:  Sono passati 50 anni da quando il libro della biologa Rachel Carson Primavera Silenziosa destò per la prima...

PEDAGOGIKA.IT - XVII - 3

LA FORMAZIONE ENTRA IN CAMPO: Ogni 4 anni il fenomeno delle Olimpiadi (e in parte delle Paralimpiadi) riporta alla luce e all'attenzione di miliardi di...

Stripes Cooperativa Sociale Onlus - Via Domenico Savio 6 - Rho (Mi) - T. +39 02 9316667 - F. +39 02 93507057 - stripes@pedagogia.it

Pedagogika.it: Registrazione al Tribunale: n. 187 del 29 marzo 1997 | ISSN: 1593-2259