A spasso tra i libri

PROBLEMI DI COLORE

Tanti bei disegni e una storia per pensare in UN COLORE TUTTO MIO di Leo Lionni,  (Babalibri, L. 22.000) che narra la storia di un piccolo camaleonte non troppo contento del proprio colore mutevole. Dopo aver considerato che tutti gli animali hanno un proprio colore e solo quello “… il camaleonte  seduto sopra la coda di una tigre pensava:  Se io rimanessi seduto sopra una foglia per sempre, avrei finalmente un colore tutto mio.  E si arrampicò allegramente sulla foglia più verde del ramo. Ma d’autunno la foglia diventò gialla. E giallo divenne il camaleonte. E poi la foglia diventò rossa; e rosso divenne il camaleonte …” Come risolvere l’incresciosa questione e trovare un ‘proprio’ colore?  Finalmente “incontrò un altro camaleonte. Gli raccontò la sua triste storia e gli chiese: ‘Non potremo mai avere un colore tutto nostro?’ ‘Ho paura di no’, gli rispose l’altro camaleonte che era più vecchio e più saggio. Ma aggiunse: ‘Perchè non stiamo insieme? Cambieremo colore ogniqualvolta ci sposteremo, ma tu ed io saremo sempre uguali’. E così rimasero insieme sempre vicini.”

Da molti anni questo libro, insieme agli altri scritti da Lionni, è apprezzato da bambine e bambine più piccoli e col passare del tempo non ha perso nulla della sua grazia, il testo è breve, ma pieno di suggestioni e di valori, le illustrazioni sono delicatamente colorate,  create con una tecnica  semplice e sapiente.

Problemi di colore anche in un  libro per i più piccoli: questa volta la narrazione si ispira a un racconto orale africano che vuol far riflettere sui modi di pensare diversi: un nero mostra che i veri uomini ‘di colore’ sono i bianchi perchè cambiano via, via di colore. Il libro di formato quadrato, ben rilegato e con tante belle illustrazioni si intitola: UN UOMO DI COLORE, di Jerome Ruillier.

Altri titoli della collana sono: IL MIO BIBERON, LA TUA PIPA, di Michelle Daufresne, UH! CHE PAURA! di Anna Rauviere, Eric Battut, (Collana Le Perline, L. 14.000 ciascuno). Si tratta sempre di libri con testi brevissimi, ma non banali. Come si legge nel retro di copertina queste Perline sono “Brevi racconti per divertire, riflettere e piano piano diventare grandi”.

FAVOLE E LEGGENDE DA OGNI PAESE

Fiabe e favole contengono temi evocativi per un’educazione aperta al cambiamento e all’accoglienza, spesso sono erroneamente riservate ai bambini più piccoli e relegate a qualche breve lettura prima di addormentarsi, fiabe e leggende sono invece un linguaggio per tutte le età.

Il patrimonio fiabesco di ogni cultura ha relazioni profonde con quello di altre, i temi sono universali perchè profondamente umani e le storie e gli intrecci sono migrati da una parte all’altra del mondo seguendo le ali delle parole e del raccontare.

Ho scelto due libri di leggende che possono essere letti anche da ragazzi e ragazze più grandini, 10-14 anni, e possono essere apprezzate anche dagli adulti.

Provenienti
da un mondo lontano sono le venti favole africane raccolte in ALL’OMBRA DEL BAOBAB – RACCONTI AFRICANI di Henry Gougaud, (ed.EL, L. 27.000). Il libro è bello, affascinanti le illustrazioni, ricchi i testi che parlano di animali magici, di vecchie sagge, di amore e  mostri, il tutto immerso in un mondo caldo e profumato, lontano dagli ambienti delle fiabe europee eppure ad esse vicino nei sentimenti e negli intrecci.

In NAFTALI, IL NARRATORE E IL SUO CAVALLO SUS, di Isaac B.Singer, (ed.Salani, L. 20.000), troviamo invece otto racconti di ambiente Yiddish, inquadrati nella vicenda di Naftali, un uomo che in gioventù aveva deciso di fare il narratore di mestiere perchè “C’erano ovunque bambini e anche adulti ansiosi di sentirsi raccontare delle storie, e così Naftali decise di andare a narrare loro tutte quelle che aveva ascoltato. Lui stesso ne era famelico, e non ne trovava mai a sufficienza”.

PER I PIU’ GRANDI (ANCHE PER ADULTI)

Di Carlo Lucarelli, il famoso autore di Almost Blue, è uscita una nuova edizione di FEBBRE GIALLA (L. 14.000 Editore EL, Collana Frontiere). E’ un giallo ambientato a Bologna che si sviluppa nel mondo dell’immigrazione clandestina.

Protagonista è Vittorio un giovane e simpaticissimo poliziotto appassionato di musica rock. Un giorno, nel centro di Bologna, mentre è a bordo della sua auto viene centrato da un ragazzino cinese in sella ad una lambretta degli anni ‘50. Il bambino fugge e Vittorio comincia ad indagare, aiutato dalla sorella Angelica e da una ragazza cinese, nel mondo nascosto degli extracomunitari cinesi e del lavoro nero. Naturalmente ci scappa anche una cotta per la bellissima cinesina.  Adatto anche ai ragazzi della scuola media, ha un linguaggio moderno e divertente, il ritmo è scoppiettante e i personaggi molto simpatici.

Per ragazzi e ragazze più grandi è CARTOLINE DALLA TERRA DI NESSUNO di Aidan Chambers (Fabbri, L. 29.000). Il libro è costituito da due diverse storie che si alternano e si intrecciano: la prima avviene oggi ed è quella di Jacob, un diciassettenne inglese che si trova ad Amsterdam per la commemorazione della battaglia di Arnhem dove è morto il nonno. L’altra storia avviene nel 1944 ed è quella di Geertrui, una ragazza olandese che conosce e ama il nonno di Jacob. Passato e presente si intrecciano intimamente, ambedue i giovani ‘crescono’ e scoprono nuove dimensioni di se stessi e dei rapporti con gli altri.

L’inizio del libro è ambientato in una vivace piazza di Amsterdam, dove il giovane Jacob viene abbordato da una ragazza che poi risulterà essere un ragazzo, questo è il primo di tanti incontri che obbligheranno Jacob a confrontarsi con temi forti della crescita e del cambiamento: la morte, l’identità sessuale, l’amore, il passato e l’eredità del passato.  Anche Gertrui aveva fatto scelte importanti pressata dalla guerra e dall’amore, scelte che pesano anche sul futuro di altri.

E’ un libro che fa riflettere su temi difficile e controversi come l’omosessualità e l’eutanasia, ma nello stesso tempo è un libro leggibile e coinvolgente, come altri di Chambers, un autore che si occupa dei giovani ai confini con l’età adulta.

Il passato e la sua eredità è anche il tema di ON WRITING, AUTOBIOGRAFIA DI UN MESTIERE, (Mondadori, L. 32.900), autobiografia umana e professionale di Stephen King. Il libro è diviso in due parti: la prima, intitolata Curriculum vitae, è un’autobiografia ricca di humor e di particolari  sui primi anni di vita e di attività dello scrittore: l’infanzia senza padre, la gioventù poverissima, i primi successi e i problemi legati all’alcol e alla droga. La seconda parte è invece dedicata al rapporto con il mestiere di scrittore, King parla proprio di mestiere, e, con un atteggiamento di grande umiltà e correttezza, scrive un vero e proprio manuale, fornisce molti consigli pratici, utili esempi e riferimenti a proprie esperienze. E’ un libro appassionante oltre che un libro utile per chi amerebbe scrivere bene come Stephen King.

PER PICCOLI VIAGGIATORI:

Per coloro che vogliono fare una gita a Firenze è uscita una simpatica guida della casa editrice Giunti, si intitola FIRENZE – GUIDA ALLA CITTÀ’ PER GIOVANI VIAGGIATORI, (L.16.000), il testo è breve e dedicato ai monumenti e alle opere più famose; ci sono moltissime illustrazioni e le proposte sono pensate in rapporto agli interessi dei più piccoli. Nel testo si parla a lungo del “Museo dei Ragazzi” che è una interessante iniziativa per bambini e bambine che visitano i musei fiorentini, ricordo che per usufruire di questa opportunità si deve prenotare!

*Bibliotecaria

della Biblioteca per ragazzi

“Santa Croce” di Firenze