A spasso tra i libri

UN MONDO PER TUTTI 

In questi ultimi anni sono usciti molti libri che trattano i temi e i problemi della diversità e dell’integrazione. Alcuni di questi testi, anche se ben fatti ed esteticamente belli , sono assai  specifici e adatti più ad un uso scolastico e didattico che a una lettura autonoma e libera.  Mi sembra utile invece ricordare alcuni libri sull’argomento che hanno avuto e hanno ancora successo fra i bambini e le bambine che li scelgono in modo spontaneo.

Un elefante a quadretti multicolori può avere delle difficoltà ad integrarsi fra gli altri elefanti tutti del consueto grigio unito;  Elmer, l’elefante variopinto, di David McKee, ed. Mondadori, L. 16.000, oltre ad essere un libro divertente e piacevolissimo con grandi illustrazioni a vivaci colori, costituisce, insieme a tanti  altri libri  per i più piccoli, un modo positivo di  parlare della diversità e dell’integrazione. La diversità fa paura (soprattutto agli adulti!), ma quando si superano i pregiudizi si scoprono veri e propri tesori:  modi di essere e di pensare alternativi, nuove maniere  di raccontare, giocare, mangiare, stare insieme.

Bambini e bambine un po’ più grandi (8-10 anni) potranno apprezzare un libro uscito nel 1996, La bambina strisce e punti, di Emanuela Nava, ed. Salani L. 12.000 che compie un ulteriore passo in avanti,  la valorizzazione di culture altre e di modi di pensare non occidentali.  La protagonista, Ilaria,  è la figlia di due medici italiani che studiano in Etiopia la medicina tradizionale africana. Ilaria, guidata dagli amici africani, scopre un mondo magico e ricchissimo e, soprattutto, un modo di vivere e di essere in armonia con se stessi e la natura.  Ilaria è una ragazzina scafata e scanzonata, ma è disponibile a vivere un’intensa avventura culturale ed emotiva che la cambierà e la arricchirà per sempre.

In una notte di temporale, Yuichi Kimura, Salani , L. 10.000  è invece una breve favola, quasi una parabola, come si dice in copertina. E’ buio, molto buio,  nella notte di temporale  un lupo e una capretta si rifugiano nella medesima capanna. Nell’oscurità  totale, mentre infuria la tempesta, nel fragore dei tuoni e lo scrosciare dell’acqua, fra i due, inconsapevoli della propria natura nemica, nasce l’amicizia. I  due si lasciano salutandosi e dandosi appuntamento per l’indomani, la storia rimane in sospeso … cosa succederà  alla luce del giorno, vincerà l’amicizia nata nella difficoltà oppure prevarrà l’odio atavico? Il testo, breve, è accompagnato da numerose illustrazioni in bianco e nero.

Quando la paura e l’odio per la diversità diventano la regola, si generano i mostri e i disastri che devastano vita e affetti  degli esseri umani. Il recentissimo  Le lettere del sabato, di Irene Dische, Feltrinelli Kids, L. 12.000, ha per sfondo la nascita e l’affermazione dell’ideologia nazista ed è il delicato racconto del  rapporto fra tre generazioni: il piccolo Peter, suo padre Lazlo, ottimista e un po’ scapestrato e il correttissino e posato nonno, il Dottor Nagel.  Altre figure  si legano ai protagonisti:  l’affabile bambinaia tedesca Thea, il negoziante ebreo, signor Bauer, i vicini della casa di Berlino, i vicini e i domestici della villa natia in Ungheria , tutte persone semplici,  la  cui vita e i cui affetti sono travolti dalla follia del nazismo. Secondo l’editore il libro è adatto a partire dai dieci  anni, probabilmente occorre più informazione e disponibilità per apprezzare e capire anche ciò che l’autrice non dice esplicitamente nel testo.

STORIE ALLEGRE E DIVERTENTI 

Dieci piccoli briganti, Leopé, Piemme Junior, I Pirati, L. 9.500, per imparare a contare un libro dalle illustrazioni piuttosto divertenti. Dieci piccoli briganti,di avventura in avventura, uno dopo l’altro  cambiano mestiere fino a che non ne rimane uno soltanto che  è molto bravo a fantasticare e  diventerà  mago.  Anni fa erano in commercio due bellissimi libri triangolari,  con figure animate, che narravano storie analoghe, “Sei baldi esploratori” e “Sei pirati spericolati”,  chi li trovasse, magari nelle librerie Remainders,  non se li lasci scappare, avevano un successo strepitoso con bambini e bambine dai 2 ai 4 anni!

Come un piccolo elefante rosa, divenne molto triste e poi tornò molto felice, Monica Weitze, Eric Battut, Arka L. 22.000 è una storia di amicizia. L’elefantino Bingo è la gioia di tutto il branco, diviene amico
di Fred, cucciolo di un altro gruppo, quando  il branco di Fred emigra Bingo rimane triste e solo. Ma il caldo affetto e teneri consigli  di altri animali faranno scoprire a Bingo che il cuore è molto grande, conserva i ricordi  e ha sempre posto per nuovi amici.

 A spasso col mostro, Julia Donaldson, Axel Scheffler, Emme edizioni, L. 23.000 è invece un libro un po’ più corrosivo: un topolino allegro e spavaldo attraversa la foresta piena di pericoli sbandierando la sua presunta amicizia con il mostro Granbuffalò che “ha zanne tremende, artigli affilati e denti da mostro di bava bagnati” , quando poi troverà davvero il Granbuffalò cosa mai succederà?  Grandi illustrazioni , vivaci e particolareggiate di vita nel bosco accompagnano il testo scritto con caratteri grandi.

Il re solo soletto, Rafael Estrada, Piemme, Il Battello a vapore, serie bianca L. 11.500 Esiste un regno così povero dove ormai non vive più che il re. Ma questo reuccio è molto adattabile e creativo,  sarà lui stesso a interpretare tutti gli abitanti del piccolo regno, fino addirittura a diventare sia re che regina, sia sposo che sposa !  Ma, quando finalmente una graziosa pastorella ritorna nel regno, il reuccio è ben disposto ad accoglierla insieme a tutti quelli che vorranno tornare, perchè in compagnia è tutto più bello.  Il testo è breve accompagnato da illustrazioni colorate, un libro adatto a chi sa un po’ leggere.

Per bambini dagli 8 anni in su : Un vampiro piccolo piccolo, di Renate Welsh, Feltrinelli Kids, L.12.000.  Quando la signora Lizzy scopre un vampiro piccolissimo anzi neonato in una ragnatela non ha dubbi, a dispetto di tutte le paure e i pregiudizi, lo alleverà e lo curerà. E fa bene perchè il piccolo Vampi si rivelerà un succhia-bile, un vampiro che succhia la cattiveria degli umani.

LIBRI PER FARE E GIOCARE

Dai più semplici ai più complessi alcuni libri per giocare:

Pina e il gioco dei costumi, di Lucy Cousins, ed. Mondadori L. 16.000,   ogni pagina di questo simpatico volume è divisa in tre parti, su cui sono disegnati capi di vestiario diversi, mescolando le parti si ottengono tantissimi diversi abbigliamenti per la Pina. Pina è la topolina protagonista di alcuni allegri libri gioco adatti a  bambini e bambine molto piccoli: ci sono albi con parti mobili, piccoli cartonati, libretti a sorpresa ecc., tutti caratterizzati dall’uso di colori vivacissimi, disegno semplice e di buon gusto, testo ridotto all’osso!

Disegno con le dita, disegno gli animali, imparo a contare, sono tre titoli della collana  Piccoli artisti  scritti da Ray Gibson, ed. Usborne, L. 8.000, ogni album dà indicazioni  semplici di tecniche per disegnare, colorare e stampare, attraverso grandi e coloratissimi disegni e un testo semplicissimo. Sono albi adatti ad essere usati dai cinque ai sei anni.

Per chi ha almeno 10 anni, per i veri appassionati di Libri Gioco e magari per amanti del mondo della Fantasy c’è  un nuovo volume della serie “Un’avventura fantastica”:  La spada incantata di Andy Dixon, ed. Usborne, L. 20.000.  Come il precedente La spedizione del drago, si tratta di un libro ben rilegato e di grande formato, le illustrazioni sono ricche ed eleganti. Nei due libri si propone  di vivere un’avventura risolvendo uno dopo l’altro una serie di enigmi e trovando nelle gremitissime illustrazioni una serie di oggetti. Soprattutto le illustrazioni del primo volume risultano intriganti e trasportano il lettore in un mondo fantastico e inquietante insidiato dal laido mago Pelone.

Mona Macksoud,

I bambini e lo stress della guerra,

Roma, Edizioni scientifiche Ma. Gi., 1999.

(lire 20.000)

L’acquisto del volume è un contributo all’UNICEF

Il sottotitolo del libro è:”Come affrontarlo? Manuale per genitori e insegnanti”. Si tratta proprio di un manuale che vuole insegnare, in modo semplice e diretto, quello che genitori e insegnanti dovrebbero sapere riguardo alle reazioni dei bambini agli stress della guerra e ciò che serve ai piccoli per affrontare queste situazioni.

Diviso in due parti, il manuale è di facile e immediata consultazione.