Scelti per voi ragazz*

James Flora

Che paura, nonno!

Cliquot, Roma 2020, pp. 36, €18,00

Eta? di lettura: a partire dai 9 anni

Se siete tra quel- li che ad Halloween vanno alla ricerca di un libro di paura perfetto per i vostri bambini, allora non potete perdervi questo. Il prodotto di una penna molto famosa nel mondo della musica. Come si legge nell’ultima pagina del libro, infatti, l’autore, James Flora (nato nel 1914 e scomparso nel 1998) e? stato il- lustratore e fumettista, noto soprattutto per le variopinte copertine di dischi jazz realizzate negli anni Quaranta e Cin- quanta: dalle compilation di Louis Armstrong agli album di Benny Goodman e la sua orchestra. Dalla fine degli anni Settanta si e? dedicato alla scrittura e illustrazione di ben 17 libri per bambini. “Il suo tratto, una miscela spensierata di surrealismo e fumetto, umorismo diabolico ed esuberanza immaginifica, ha contribuito rapidamente a definire un nuovo modo di fare illustrazione, mai astratta, anzi strettamente connessa alla profonda rappresentazione della natura umana.”

Ed e? cosi? anche per il libro Che paura, nonno! pubblicato originariamente nel 1978, inedito in Italia fino a questa edi- zione dello scorso anno. Pubblicato dalla casa editrice Cliquot proprio in concomitanza con la festa di Halloween.

E quale notte migliore per leggere questo libro ai nostri piccoli se non quella di mostri e streghe?
Tutto ha inizio in una notte di temporale, con pioggia, tuoni e fulmini: il nonno decide di raccontare al nipote una vecchia storia che lo vide protagonista alla sua eta?. Si?, perche? proprio in una notte come quel- la molti anni prima il nonno si era perso nella foresta e aveva trovato riparo in una vecchia baracca da taglialegna. Un sacco di vecchie ossa, li? abbandonato, attendeva solo di essere aperto. E cosi? il nonno fece trovandovi dentro un cumulo di ossa e un teschio che lo guardava sogghignando. Una volta rimesse insieme tutte le ossa lo scheletro comincio? improvvisamente a saltellare qua e la? nella baracca per cercare di mangiarlo… Da qui comincio? per il nonno la notte piu? spaventosa della sua vita, una notte infinita di sventure e brividi, finendo di male in peggio, passando dallo scheletro alla caverna della strega, alla casa dell’orrido fantasma, allo stoma- co di un lupo mannaro…

Nonostante la giusta dose di paura e macabro, la storia scorre leggera con un pizzico di umorismo che non guasta. Le illustrazioni che accompagnano il racconto sono davvero suggestive e particolari, caratterizzate da schizzi neri con una monocromia sull’azzurro/blu trasmettono al lettore tutte le emozioni che pervadono il racconto.

Ma pensate che sia tutto finito una volta chiuso il libro?
Assolutamente no! Due simpaticissime pagine di adesivi accompagneranno piccoli e grandi nell’invenzione di nuove storie e nuovi racconti di paura stimolando curiosita? e fantasia. Ma ricordate – nonostante il lieto fine sia d’obbligo, per non spaventare troppo i giovani lettori – non puo? mancare il dettaglio che fa sorgere il dubbio che streghe e mostri esistano davvero… Dopotutto potreste davvero affermare con assoluta certezza che non sia cosi??

Fabio Grolleau,
Je?re?mie Royer
Il giovane Darwin
Tunue?, Latina 2020, pp. 172, € 16,90

eta? di lettura: a partire dagli 8 anni

Chi dice che studiare storia e scienze sia noioso?

I sostenitori di cio?, di certo non hanno ancora incontrato questa interessante graphic novel di Tunue? che rappresenta la narrazione a fumetti di Viaggio di un naturalista attorno al mondo pubblicato da Darwin nel 1839.

Il racconto entra subito nel vivo della vita privata e della numerosa famiglia di Darwin: e? il 18 giugno 1858 Charles Darwin e? nel suo ufficio e sta scrivendo il suo famoso libro, L’origine delle specie, alla presenza dei suoi bambini che giocano. Incuriositi, gli chiedono una storia, e lui da padre amorevole e attendo torna indietro al dicembre 1831 per racconta- re loro una storia davvero interessante. Protagonista e? un giovanissimo Charles Darwin di soli 22 anni, impaziente di imbarcarsi per un viaggio di 2 anni sulla nave HMS Beagle.

Il viaggio, rivelatosi poi piu? lungo del previsto, consenti? a Darwin di esplorare per 5 anni territori nuovi e sconosciuti. Diretto a Tenerife, sulle tracce del barone Alexander Von Humboldt per vede- re l’albero del Drago, a causa del Colera la nave dirotta verso Capo Verde, per poi dirigersi verso Brasile, Argentina e Uruguay dove il giovane scienziato non e? immune al fascino delle foreste tropicali e all’innumerevole quantita? di specie e campioni che raccoglie da manda- re in patria per essere studiati.

Ma non e? solo l’importanza di Darwin in quanto uomo di scienza ad emergere da questa graphic novel; in molte pagi-

ne emerge anche il suo animo, quello di un uomo buono, che mal tollera i com- portamenti violenti verso le persone di colore e la schiavitu? a cui gli abitanti indigeni di quelle terre sono stati desti- nati. Cio? viene sottolineato anche nella nota finale del libro dove leggiamo che Darwin sposava con grande fermezza la posizione antischiavista: era un avversario risoluto dello schiavismo che giudicava disumano, anticristiano ed abominevole.

Un testo che consente di andare al di la? di quello che raccontano i manuali e conoscere almeno un pochino di piu? la personalita? e il carattere di un uomo che con le sue teorie ha cambiato il modo in cui conosciamo e percepiamo il mondo. Un “ragazzo” curioso, intraprendente, appassionato, concentrato, lungimirante e per alcuni versi controcorrente. “Una visione”, come spiega nell’introduzione Fabien Grolleau, che ha curato la sceneggiatura, “soggettiva, romanzata, ma che tentera? di farvi sognare il destino di un uomo eccezionale durante un viaggio leggendario – un viaggio che, nel cambiare un uomo, ha cambia- to la scienza intera”.

In quanto graphic novel le immagini la fanno da padrone, i disegni hanno uno stile davvero molto interessante e alcune rappresentazioni rendono davvero giustizia alla bellezza e al fascino della natura selvaggia dei luoghi esplorati da Darwin.

Le vignette ci restituiscono un viaggio magnifico, ricco di animali, piante, fiori, profumi, ma anche un viaggio difficile e pericoloso, in cui il giovanissimo matu- ra e affronta condizioni dure e momenti difficili. Racconti vivi che ci immergo- no nella storia di Darwin, stralci dai suoi diari personali e dalle sue lettere rendono il tutto ancora piu? reale. Non facciamo fatica ad immaginare la storia, essa si dispiega davanti a noi e ai nostri

 

occhi catturandoci e facendoci arrivare alla fine tutto d’un fiato. Difficile stac-carsi da queste pagine che per la natura fumettistica dell’opera consentono una lettura agevole e veloce.

Un testo utilissimo non solo come lettura di piacere, ma anche da adottare nelle classi e far leggere ai propri alunni per appassionarli a questa figura che e? stata cosi? fondamentale nella storia del- la scienza.

 

Autori

,