Editoriale

Il numero è in gran parte dedicato alle memorie d’infanzia, tema centrale dell’annuale convegno promosso dalla Libera Università di Anghiari della Autobiografia e patrocinato dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Un’intervista a Piero Bertolini ed un omaggio a Mario Luzi introducono un dossier nel quale abbiamo preferito dare spazio a testimonianze e letture, anche particolari, legate al cinema piuttosto che ad attività consultoriali, alle storie familiari e ad innovative esperienze  didattiche.

Dalla Toscana al Cremonese, da Trieste, a Roma, alla Sicilia, non mancano riferimenti a culture, realtà ed epoche, variamente ricche e diversamente documentate.

Presentiamo, con annesse  istruzioni per l’uso e l’invito ai lettori a farsene utenti ed animatori, il nuovo sito “www.autobiografia.it”, diretto da Duccio Demetrio.

Continua la collaborazione con la Cattedra di Psicologia Dinamica, dell’Università di Pavia, sulla fecondazione assistita.

Ci preme segnalare, infine, i contributi sulla pedagogia dell’errore, su adolescenti e violenza, sui diritti dei bambini di mamme carcerate.

Alle rubriche già avviate, ed al crescente spazio per le segnalazioni editoriali, se ne aggiunge una sulle tecnologie didattiche, proposta e quasi reclamata dagli insegnanti.

E, a proposito di tecnologie, informiamo i nostri lettori che la nostra rivista – sia dal punto di vista della metodologia comunicativa che per i contenuti di carattere formativo – ha suscitato l’interesse della trasmissione RAI “Mediamente” che, in data 20 Marzo, le ha dedicato un servizio: nella versione on line di Pedagogika.it potrete trovare il relativo testo e il filmato.

Igor Guida