Il libro dei perché. La plastica

Katie Daynes

Il libro dei perché. La plastica

Edizioni Usborne, 2020,

pp. 14, € 13,50

Età di lettura: a partire dai 5 anni

Che la plastica sia un materiale che “fa male al pianeta” ormai lo sappiamo tutti, negli ultimi anni con il passaggio dai sacchetti della spesa in plastica a quelli biodegradabili e la messa al bando dei prodotti monouso ci stiamo piano piano abituando a cercare di mettere in circolo meno plastica possibile. Tutti più o meno sappiamo perché non vada bene, ma come facciamo a spiegarlo ai bambini? Soprattutto quando sono piccoli e una sola loro domanda può farci vacillare più di un esame all’università: il fatidico “Perché?”.

Ma ecco che questa volta possiamo tira- re un sospiro di sollievo e ringraziare le edizioni Usborne per questo libro dal ti- tolo salvifico Il libro dei perché. La plastica. Un testo che in realtà si pone molte altre domande sulla plastica creando un per- corso molto interessante e completo per far scoprire ai bambini questo materiale. Si parte da che cosa è la plastica e perché è così tanto utile ed utilizzata.

Si passa per domande che spingono i bambini a fare delle riflessioni su come la plastica sia presente nella loro vita quotidiana come “Quanti oggetti nella tua stanza sono fatti di plastica?”.

Arriva poi la fatidica sezione dedicata ai perché: Perché è stata inventata? Perché impiega così tanto tempo a degradarsi? Perché ce n’è così tanta al mondo?

Si continua con le domande del sì o no con un interessante approfondimento sui famosi triangoli impressi sulla plastica… voi lo sapete cosa indicano?

Dove? Quale? Chi? Quando? Riguarda- no le domande delle successive pagine che portano alla conclusione del testo con delle utili indicazioni per bambini e bambine su come fare la differenza per diminuire l’utilizzo della plastica e due simpatici suggerimenti per utilizzare in modo creativo e divertente alcuni oggetti.

Il libro è della serie sollevo e scopro, ad ogni domanda corrisponde una linguetta da sollevare conoscere meglio la plastica e scoprire come possiamo fare la differenza per salvaguardare il pianeta. Le grandi pagine cartonate sono ricche di illustrazioni stilizzate, molto colorate e vivaci perfette per attrarre e mantenere l’attenzione dei piccoli lettori.

Accompagnandoli nella lettura scopri- remo che anche noi grandi forse non sappiamo proprio tutto sulla plastica. Molte volte dimentichiamo che essa è fatta principalmente con il petrolio, o che ogni minuto nel mondo vengono acquistate un milione di bottiglie di plastica o che ci sono plastiche peggiori di altre che sono più difficili da riciclare. Un libro semplice e immediato che ci ri- porta subito alla realtà sottolineando come anche i piccoli gesti quotidiani possono es- sere importanti sommati a quelli degli altri. L’esempio rimane sempre l’approccio migliore per far sì che i nostri figli e alunni prendano le decisioni migliori e adottino comportamenti responsabili anche nei confronti dell’ambiente. Partire dalle piccole cose: dire no alla plastica monouso creando da soli gli addobbi per la pro- pria festa con carta riciclata, comprare le lattine al posto delle bottigliette di plastica, usare una tazza o una borraccia per il caffè e l’acqua e comprare i prodotti sfusi sono solo alcuni esempi di quello che ognuno di noi può fare ogni giorno. La plastica è un materiale preziosissimo e incredibile, come ci ricorda il libro, la plastica non ha niente che non va, in sé è un’invenzione geniale, un materiale pensato per durare centinaia di anni… il problema più grosso rimane l’utilizzo che noi ne facciamo.

Author