Abbecedario della mitologia

Paul Thiès

Abbecedario della mitologia

Coccolebooks, Belvedere Marittimo (CS) 2019,

pp. 104, € 11,50

Età di lettura: dai 7 anni

 

Ricordo che da ragazza a scuola l’ora che attendevo con maggior entusiasmo era quella di Epica. Tutte quelle storie incredibili di eroi e personaggi sovrannaturali e i versi in cui erano descritte le loro gesta mi affascinavano a tal punto che di volta in volta sbirciavo sempre il brano che avremmo letto nella lezione successiva prima di leggerlo in classe. L’Iliade e L’Odissea in particolare era- no per me due opere magiche che avevano il potere di trasportare il lettore in mondi antichi e mitologici dove tutto era possibile. Un fascino che non si è affievolito poi nel comprenderle e studiarle più a fondo negli anni. Per cui quando ho visto la copertina di questo libro non ho potuto che esserne subito incuriosita e dopo averlo letto, devo ammettere che non mi ha per nulla deluso. Il libro si presenta a tutti gli effetti come un elenco di 88 voci in ordine alfabeti- co da Achille allo Zodiaco che spiegano seppur molto brevemente personaggi, animali, luoghi e concetti legati alla mitologia greca e romana.

Per ogni voce uno sfondo colorato riproduce un elemento rappresentativo con colori e simboli molto eleganti che lo rendono un libro non troppo infantile e apprezzabile anche dagli adolescenti. Di ogni personaggio, animale o luogo presentanti viene data una breve descrizione e qualche curiosità, in una grafica sempre diversa e molto originale.

Bellissima la leggenda alle origini del nome della Città di Atene. Sempre emozionante quella sull’origine delle stagioni: la straziante storia di Persefone rapita da Ade e portata negli inferi la cui madre, Demetra, dea del- le mietiture, dei raccolti, dalla disperazione impedisce la crescita della vegetazione la- sciando morire di fame l’umanità, alla quale viene in auto Zeus decidendo che Persefone passi sei mesi negli inferi e sei mesi sulla terra. Così autunno e inverno rappresentano il dolore di Demetra, mentre primavera e estate la gioia per la figlia ritrovata.

Non mancano i riferimenti anche alle classi- che tragedie greche, la storia di Edipo, quella di Giasone, Medea e gli argonauti, i mostri come il Minotauro, Cerbero e Chimera… il famosissimo amore di Orfeo e Euridice.

Un testo che in modo semplice e immediato presenta a bambini e bambine personaggi dall’animo anche molto complesso e dalle vicende a volte tragiche. Un primo passo per approcciarsi al mondo della mitologia greca e romana partendo dalle basi e dando qualche spunto per incuriosire i giovani lettori che rimarranno sicuramente affascinati da questo testo.

Un supporto utile anche per gli insegnanti che possono utilizzarlo come punto di partenza per approfondire le singole voci, senza offrire una sfilza di nozioni una dopo l’altra ma lasciando che siano gli alunni, solleticati dagli assaggi che questo libro offre, a fare osservazioni e domande. Sostenere le loro curiosità e incoraggiar- la non per forza perseguendo un ordine prestabilito delle cose, ma accoglierle così come vengono, ecco forse questa potrebbe essere la chiave di volta per trasformare una materia troppo spesso ritenuta noiosa e poco comprensibile in qualcosa di accattivante e magico, come d’altronde lo sono i racconti e i personaggi di cui parla.

Author