Cento passi per volare

Giuseppe Festa

Cento passi per volare

Salani Editore, Milano 2018,

pp. 120, € 12,90

Età di lettura: dagli 11 anni

Spiegare le ali e spiccare il volo è più facile a dirsi che a farsi, ma sembra che a volte le leggende dicano il vero e anche i ghiri possano volare. È questo il messaggio del libro Cento passi per volare che rappresenta la prima pubblicazione della Collana “I caprioli” dell’editore Salami. Una collana di libri pensati per i ragazzi e pubblicati in collaborazione con il Club Alpino Italiano (C.A.I.) basati sull’idea che leggere “un libro è quasi come salire una montagna. Pagina dopo pagina, passo dopo passo, si compie un percorso che ti promette avventure, emozioni e conoscenze, e più ti addentri nella storia più ne vieni coinvolto e non vedi l’ora di scoprire cosa c’è in fondo”. L’intento è quello di accompagnare bambini e ragazzi alla scoperta consapevole del mondo, in un percorso di crescita personale, avvicinandoli alla natura alpina, al rispetto dell’ambiente e alla bellezza delle nuove amicizie e delle nuove esperienze.

Il protagonista del libro è Lucio, un ragazzo di 14 anni dal carattere difficile, che ha perso la vista da piccolo: a poco più di due anni gli era stata diagnosticata una malattia degenerativa del nervo ottico e, nonostante gli innumerevoli tentativi dei genitori, a cinque anni i suoi occhi hanno perso la capacità di mettere a fuoco gli oggetti, i contorni

e i colori hanno iniziato a scomparire, finché non è arrivato il buio.

Non ama gli abbracci e il contatto fisi- co, neppure la scuola gli va così tanto a genio, ma c’è una cosa che ama davvero tanto: la montagna. Quella passione che condivide con la zia Bea che per anni gli è stata accanto durante il decorso della malattia e che negli ulti- mi 3 anni lo ho portato in montagna per delle escursioni sugli Appennini, e ora, al termine del terzo anno di scuola media, ha mantenuto la sua promessa di portarlo lì nel cuore delle Dolomiti, dove stanno faticando per raggiungere il rifugio Cento Passi.

La montagna per lui è uno stimolo continuo: i suoi sensi vengono attivati in un modo nuovo e inatteso, dandogli un nuovo slancio per mettersi alla prova.

E li tra quelle montagne Lucio vivrà una delle esperienze più emozionanti della sua vita; coinvolto in una passeggiata sul Picco del Diavolo con Tiziano, la guida alpina, e Chiara, sua coetanea e nipote del proprietario del rifugio, la sua storia si intreccia con quella di una giovane aquila, un cucciolo vittima di due bracconieri senza scrupoli.

Sarà allora Lucio l’unico in grado di sentire gli indizi che la natura mette a disposizione, di attivare tutti i suoi sensi per salvare la vita dell’aquilotto a cui in qualche modo si sente molto legato.

Una storia da assaporare e gustare attivando tutti i nostri sensi e immedesimandoci in Lucio, non “vedendo” ma sentendo quello che lui sente della natura, dei suoi messaggi che possono es- sere colti in migliaia di modi diversi dal- la vista. Suoni e odori che arricchiscono l’esperienza di chi come Lucio non può vedere con gli occhi.

È evidente già dalle prime pagine che la natura sia anche una delle passioni dell’autore, Giuseppe Festa, laureato in Scienze Naturali ed educatore ambienta- le. Autore anche di diversi reportage sulla natura e di alcuni romanzi legati agli ani- mali come Il passaggio dell’orso, L’ombra del gattopardo e La luna è dei lupi.

Cento passi per volare è il frutto dell’in- contro di Festa con un ragazzo non ve- dente appassionato di animali e della montagna e cerca di tradurre in parole l’emozionante esperienza fatta con lui. “Avvicinarmi a chi non vede con gli occhi mi ha svelato un universo fisico e interiore inaspettato. Toccare, ascoltare, annusare la montagna mi ha fatto comprendere ancor di più quanto la realtà in cui viviamo sia dominata dal potere dell’immagine, e quanto sia diffusa la disabilità nell’u- so emozionale degli altri sensi. Quei sensi che, invece sanno regalare una percezione del mondo straordinariamente ricca e per- sonale, carica di stupore ancestrale.”

Un libro per grandi e piccoli, per gli amanti della montagna, degli animali e della natura, un libro per tutti colo- ro che sanno ancora emozionarsi per il volo di un’aquila nel cielo blu.

 

Author