Arrivati in redazione

Woolf Virginia (Gardini N. a cura di),

Sulla Malattia,

Bollati Boringhieri, Torino, 2021, p. 177 , € 9,50

In una nuova traduzione, uno dei saggi più rivoluzionari e più ambiziosi di Virginia Woolf tratta il tema della malattia. Virginia Woolf lamenta che la letteratura non abbia rivolto alla malattia fisica altrettanta attenzione che alle attività della mente. E’ ora che gli scrittori riscoprano il corpo – le sue

sofferenza, le sue lotte, i suoi trionfi. L’autrice, opponendosi a un pensiero e a una sensibilità secolari, rivendica la bellezza della malattia e mostra,

con una serie di immagini originalissime, che senza malattia certe verità rimarrebbero per sempre escluse alla conoscenza umana. Il libro include

un’introduzione storico-letteraria al saggio e una discussione più generale del complesso rapporto tra malattia e letteratura.

Chiara Foà, Matteo Saudino (a cura di)

 

Cambiamo la scuola. Per un’istruzione a forma di persona

Eris, Torino, pp.74, € 5,70

A cosa serve la scuola? Tra interazioni globali, relazioni sociali liquide ed egemonia culturale dei social, quale funzione ricopre il sistema scolastico?

Chi sono oggi gli studenti, le studentesse e i docenti? Ricostruire la scuola significa prima di tutto riflettere su di noi, su chi siamo e soprattutto su cosa vogliamo diventare. Partendo dalle loro esperienze di insegnanti, Chiara Foà e Matteo Saudino riflettono sulle problematiche della scuola italiana. La scuola di oggi dovrebbe essere una scuola umanista, incentrata sulla persona, dovrebbe insegnare a vivere

Fusini Nadia

 

 

Possiedo la mia anima. Il segreto di Virginia Woolf

Feltrinelli, Milano, p. 400, 2021, € 12,35

Nadia Fusini, la più importante studiosa italiana di Virginia Woolf, lo fa ricorrendo alle sue opere, ai romanzi ma anche ai saggi, ai diari, ai frammenti autobiografici e alle lettere: dà voce alla voce della scrittrice, ricreandone la vita e la passione per l’esistenza. Come in un’autobiografia Fusini ricostruisce l’infanzia della Woolf, la figura del padre Leslie, e poi insegue la malattia, gli anni di Bloomsbury, le passioni, il marito Leonard e il legame con Vita, la battaglia femminista e il pacifismo, in un intrecciarsi di tempi che rendono ancora più vivido il quadro della sua esistenza.

 

 

 

 

Woolf Virginia

Tracce del passato. Memorie autobiografiche

Lanfranchi, Milano, 2018, p.188, € 19

In queste memorie Virginia Woolf prova a delineare il proprio ritratto attraverso la scrittura, alla ricerca di un senso, di una necessità che dia coerenza alle varie parti di tale disegno. Si ha tra le mani la cronaca del disvelarsi, sul corpo letterario di una donna ormai matura e famosa, di una ferita mai rimarginata. Il lettore si trova dinanzi a una sorta di resa dei conti, rinviata per troppo tempo, quasi rimossa dalla scrittrice e che ora deve trovare uno sfogo. I suoi protagonisti sono da una parte l’origine, la nascita, i legami di sangue e, dall’altra, la morte e la dissoluzione di ogni legame, che cadenzano il ritmo della vita.

 

Virgini Woolf

Momenti di essere. Scritti autobiografici

Ponte alle Grazie, Firenze, 2020, pp. 292, € 17,10

Raccolte e pubblicate postume, queste pagine autobiografiche scritte fra il 1907 e il 1940 offrono uno squarcio straordinariamente vivido sulla vita e sull’opera di Virginia Woolf.

Il catalogo di immagini che Momenti di essere fa scorrere dinanzi ai nostri occhi mostra lo splendore di una scrittura che fa affiorare i tanti ricordi familiari e l’incanto dell’infanzia, che accoglie toni e registri diversi, dal ritratto all’elegia, dall’autoanalisi alla commedia sociale, dal gioco sullo snobismo fino alle riflessioni sulla morte. .

 

 

Remo Rapino,

Vita Morte e Miracli di Bonfiglio Liborio

Minimum Fax, Roma, 2020, pp.265, €16,15

Vincitore Premio Campiello 2020. Nella dozzina del Premio Strega

  1. Attraverso il miracolo di una lingua imprevedibile, storta e circolare, a metà tra tradizione e funambolismo, Remo Rapino ha scritto un romanzo che diverte e commuove, e pulsa in ogni rigo di una fragile ma ostinata umanità, quella che soltanto un matto come

Liborio, vissuto ai margini, tra tanti sogni andati al macero e parole

perdute,

Donatella Savio (a cura di)

Bambini e gioco.

Prospettive multidisciplinari per una pedagogia ludica

Junior, Bergmo, 2020, 214 pagine, € 21,85

Il volume affronta il tema del gioco in educazione in un’ottica multidisciplinare, avendo come riferimento il Sistema integrato di educazione e istruzione per i bambini da zero a sei anni istituito con il d.lgs. n. 65/2017. Articolato in sette saggi, tratta il rapporto tra realtà ludica e approccio educativo a partire da prospettive disciplinari differenti. Il filo rosso che attraversa i saggi è l’idea che il gioco rappresenti una dimensione cruciale per definire prospettive pedagogiche trasversali all’educazione da zero a sei anni. poteva conservare.

 

 

Vito Mancuso

A Proposito del senso della vita

Garzanti, Milano, 2021, pp.79, € 11,40

Sappiamo alla perfezione cosa vogliamo avere – ricchezza, piacere, potere – ma non sappiamo più chi vogliamo essere. Nella grave crisi in cui siamo immersi, necessitiamo continuamente di avversari per definire le nostre identità, e spesso ci scopriamo nemici addirittura di noi stessi, in una sorta di permanente guerra interiore.

La filosofia di Vito Mancuso è un’àncora preziosa in questi tempi difficili: rinnovando in noi il desiderio di antiche riflessioni, ci indica la strada per risalire alle radici profonde della nostra coscienza.

 

Author