Che paura, nonno!

James Flora

Che paura, nonno!

Cliquot, Roma 2020,

pp. 36,

€18,00

Età di lettura: a partire dai 9 anni

 

Se siete tra quelli che ad Halloween vanno alla ricerca di un libro di paura perfetto per i vo- stri bambini, allora non potete perdervi questo. Il prodotto di una penna molto famosa nel mondo della musica. Come si legge nell’ultima pagina del libro, infatti, l’autore, James Flora (nato nel 1914 e scomparso nel 1998) è stato il- lustratore e fumettista, noto soprattutto per le variopinte copertine di dischi jazz realizzate negli anni Quaranta e Cin- quanta: dalle compilation di Louis Armstrong agli album di Benny Goodman e la sua orchestra. Dalla fine degli anni Settanta si è dedicato alla scrittura e il- lustrazione di ben 17 libri per bambini. “Il suo tratto, una miscela spensierata di surrealismo e fumetto, umorismo diabolico ed esuberanza immaginifica, ha contribuito rapidamente a definire un nuovo modo di fare illustrazione, mai astratta, anzi strettamente connessa alla profonda rappresentazione della natura umana.

Ed è così anche per il libro Che paura, nonno! pubblicato originariamente nel 1978, inedito in Italia fino a questa edizione dello scorso anno. Pubblicato dal- la casa editrice Cliquot proprio in concomitanza con la festa di Halloween.

E quale notte migliore per leggere questo libro ai nostri piccoli se non quella di mostri e streghe?

Tutto ha inizio in una notte di temporale, con pioggia, tuoni e fulmini: il nonno decide di raccontare al nipote una vecchia storia che lo vide protagonista alla sua età. Sì, perché proprio in una notte come quella molti anni prima il nonno si era perso nella foresta e aveva trovato riparo in una vecchia baracca da taglialegna. Un sacco di vecchie ossa, lì abbandonato, attende- va solo di essere aperto. E così il nonno fece trovandovi dentro un cumulo di ossa e un teschio che lo guardava sogghignando. Una volta rimesse insieme tutte le ossa lo scheletro cominciò improvvisamente a saltellare qua e là nella baracca per cercare di mangiarlo… Da qui cominciò per il nonno la notte più spaventosa della sua vita, una notte infinita di sventure e brividi, finendo di male in peggio, passando dallo scheletro alla caverna della strega, alla casa dell’orrido fantasma, allo stomaco di un lupo mannaro…

Nonostante la giusta dose di paura e macabro, la storia scorre leggera con un pizzico di umorismo che non guasta.

Le illustrazioni che accompagnano il racconto sono davvero suggestive e particolari, caratterizzate da schizzi neri con una monocromia sull’azzurro/blu trasmettono al lettore tutte le emozioni che pervadono il racconto.

Ma pensate che sia tutto finito una volta chiuso il libro?

Assolutamente no! Due simpaticissime pagine di adesivi accompagneranno piccoli e grandi nell’invenzione di nuove storie e nuovi racconti di paura stimolando curiosità e fantasia. Ma ricordate

– nonostante il lieto fine sia d’obbligo, per non spaventare troppo i giovani lettori – non può mancare il dettaglio che fa sorgere il dubbio che streghe e mostri esistano davvero… Dopotutto potreste davvero affermare con assoluta certezza che non sia così?

Author