Strappare Lungo i Bordi

Titolo: Strappare Lungo i Bordi

Formato: Serie TV – Fiction

Genere: Animazione Produzione: Italia

Anno: 2021

Ideata da: Zerocalcare

Durata: 16-22 min (episodio)

Dove: Netflix

 

di Federico Gaudimundo

Sinossi

La storia di Strappare Lungo i Bordi, che segna l’esordio di Zerocalcare nell’animazione, è molto semplice: il protagonista intraprende un viaggio in treno da Roma a Biella insieme agli amici di sempre: Sarah, Secco e l’Armadillo la rappresentazione della propria coscienza che cerca in tutti i modi di ricordagli, invano, il motivo del viaggio.

Zerocalcare, al secolo Michele Reich, per chi non lo conoscesse è un fumetti- sta romano, nato a Cortona e cresciuto nel quartiere romano di Rebibbia, che si è imposto negli ultimi anni nel pano- rama del fumetto italiano, autore di 13 volumi (o Graphic novel) pubblicati con BAO e collaboratore di numerose rivi- ste e settimanali, da Internazionale fino al recente L’Essenziale.

Zerocalcare nei fumetti parla e racconta di sé in prima persona (anche attraverso il personaggio dell’armadillo, che, come detto, è la rappresentazione della pro- pria coscienza) e lo fa mettendo in scena nevrosi, insicurezze, limiti delle propria generazione come un eterno flusso di coscienza. La struttura dei libri di Michele Reich è sostanzialmente quasi sempre la stessa: una prima parte molto comica in cui il rapporto tra il protagonista e il “mondo” diventa occasione per costruire episodi divertenti, sottolineando le difficoltà dell’autore nel relazionarsi con la realtà e con gli altri. Una seconda che vira verso una dimensione più malinconica e intimista per trarre alcune riflessioni universali dalla pro- pria esperienza personale.

Strappare lungo i Bordi eredita la stessa struttura dai fumetti, adattandola, nei dialoghi e nella trama, al ritmo sincopato e frenetico dell’animazione. Se è vero che si perde un po’ di riflessività, il risultato complessivo sicuramente ne guadagna, trovando forse il contesto più consono alla creatività del fumettista romano.

Pedagogika Point of view (PPOW) Cosa definisce un artista? Per molti la capacità di interpretare e rappresenta- re tutti: sentimenti comuni, le paure, le emozioni. Riconoscersi nell’opera e nei racconti di un autore ci fa sentire, spesso meno soli, ci fa dire: “ecco, proprio come me, ma rappresentato meglio”.

Per altri (personalmente sono fra questi) invece l’artista deve svelarci l’ignoto, un punto di vista unico, inedito, straordinario.

Sicuramente Zerocalcare appartiene a quel novero di autori in cui le persone, possono riconoscersi e ritrovarsi rap- presentando efficacemente la voce della propria generazione, quella dei 30/40 enni di oggi.

A questo deve l’enorme successo, certa- mente non è un demerito e certamente è ampiamente meritato.

Perché la capacità di Michele Reich è quella di farlo meglio di tanti altri autori popolari, mantenendo una qualità espressiva molto elevata e una coerenza narrativa incontestabile.

Si ride moltissimo con Strappare Lungo I Bordi e si finisce per piangere o, per i più cinici, per emozionarsi e direi che di questi tempi è moltissimo.

Non perdetela.

Author