l bambino terribile: proposte educative per la relazione e la cura.

La pratica psicomotoria di Bernard Aucouturier strutturata sull’importanza del movimento nello sviluppo cognitivo dell’indivuduo, propone alcuni interessanti interventi educativi rivolti alla sfera dei disturbi comportamentali. Il bambino terribile e la scuola. Proposte educative e pedagogiche è il titolo del libro dello psicomotricista francese uscito in Italia nel 2015, la cui tematica principale è quella della relazione educativa con il cosiddetto “bambino terribile” (il soggetto iperattivo, ADHD o comunque e in qualche modo colui che rimane compromesso da un comportamento considerato inopportuno in determinati contesti), il quale può essere aiutato sul piano comportamentale e di conseguenza su quello delle relazioni sociali.

E’ possibile tessere una relazione prendendosi cura di uno dei molti “bambini terribili”? E come poter lavorare con lui? Bernard Aucouturier suggerisce l’approccio motorio allo scopo di intervenire su precisi aspetti cognitivi che influiscono il comportamento in maniera negativa, pertanto il corso vuole spiegare le possibili ragioni della “terribilità” del bambino e intende fornire alcune strategie operative per agire sul suo comportamento e possibilmente migliorarlo attraverso il rafforzamento dei processi attentivi.

Percorso


– Illustrare le ragioni psichiche correlate al comportamento atipico del “bambino terribile”.

– Fornire soluzioni adeguate per costruire una relazione con il “bambino terribile” e aiutarlo sul piano comportamentale.

Metodologia


RIFERIMENTI TEORICI

Bernard Aucouturier, pedagogista e psicomotricista

Ferruccio Cartacci, pedagogista e psicomotricista

Ivano Gamelli, pedagogista

Destinatari


Insegnanti, educatori, famiglie

Docenti


Dott. Luca Pessina, educatore e formatore

Tempi


DURATA: 16 ore

Luogo


Costi e modalità di iscrizione


Info


02-9316667 – stripes@pedagogia.it