Anno 2014 - Numero 3

Adolescenti

Redazione Pedagogika.it

Adolescenti a rischio, trasgressivi, senza limiti, demotivati, narcisi, fragili, spavaldi, bulli, omologati, dopati, passivi, illetterati, sdraiati, patologizzati, iperprotetti, isolati, social(network)izzati: questo è il principale racconto che i media presentano del mondo della adolescenza oggi, ma è davvero così? Gli adolescenti di questi anni sono solo una generazione vuota, sotto attacco dalla mercificazione, che pensa di non poter incidere sul proprio mondo, in balia di sostanze stupefacenti, comportamenti sessuali promiscui, sexting e relazioni virtuali? Di adolescenti e giovani si parla molto, ma poco si fa per loro: istituzioni, politica, mondo del lavoro e della cultura si proclamano pro-giovani nelle...

Mediazione Familiare: Quale Formazione?

Milena Pieri

Chi come l'Associazione GeA da più di dieci anni si occupa di mediazione familiare guarda con particolare soddisfazione alla diffusione che la pratica ha conosciuto in questo periodo e al numero sempre crescente di servizi di mediazione avviati o in fase di progettazione in tutto il Paese. L'aumento progressivo delle separazioni coniugali (62.000 circa nel 1998) ha posto con...

In Testa Ai Nostri Pensieri

Maria Piacente

Genitori e figli: ruoli, responsabilità e cambiamento. Intervista a Silvia Vegetti Finzi  

Spray Art: Comunicazione E Lavoro Educativo

Giuseppe Cangialosi

Nell'immaginario collettivo, la Spray art , o più comunemente graffiti metropolitani, rappresenta una sorta di "patologia sociale" da avversare con ogni mezzo; un virus che infetta una buona parte delle nuove generazioni, i cui sintomi sono osservabili su molti muri della città.

Cambiamento E Persistenza

Marco Taddei

E' un dato abbastanza normale della nostra esperienza che, ogni volta che osserviamo una persona, una famiglia o un sistema sociale più ampio con problemi che persistono nonostante il desiderio e lo sforzo di cambiare la situazione, ci poniamo domande del tipo: "Come mai persiste questa situazione"? e "Cosa bisogna fare per cambiarla"?.

Il Palcoscenico Interiore Dello Spettatore Bambino

L. Sersale

Da quando nel 1995, con il Protocollo d'intesa stipulato tra Ministero della Pubblica Istruzione ed Ente teatrale Italiano, è stato riconosciuto ufficialmente che il teatro può essere vissuto a scuola come momento di accrescimento culturale e cognitivo, sono state promosse diverse attività e ricerche nel tentativo di riflettere sul significato di questo principio e di...

Conquiste

Autore

Quando insegnavo, in previsione della storia della Conquista, tutte le mie allieve dovevano leggere il bellissimo libro di Angelo Morino, La donna marina. Appena tornate a scuola, dopo l'estate, tra le chiacchiere del cosa vi è capitato e se vi siete divertite oppure no, infilavo qualche domanda sul testo e sul suo significato. E mettevo il primo voto. La storia è di...

Pedagogika.it - XVIII - 2

EDUCAZIONE E VALORI: Siamo in un'epoca di grandi e repentini cambiamenti, il mutare delle condizioni complessive del nostro Paese, come di buona parte...

PEDAGOGIKA.IT - XVIII - 1

DOVE CRESCONO  BAMBINE E BAMBINI: Retoriche dell'infanzia e buoni sentimenti relegano i discorsi sull'educazionea stanchi riti appassiti sul...

PEDAGOGIKA.IT - XVII - 4

AMBIENTE E CAMBIA...MENTI:  Sono passati 50 anni da quando il libro della biologa Rachel Carson Primavera Silenziosa destò per la prima...

PEDAGOGIKA.IT - XVII - 3

LA FORMAZIONE ENTRA IN CAMPO: Ogni 4 anni il fenomeno delle Olimpiadi (e in parte delle Paralimpiadi) riporta alla luce e all'attenzione di miliardi di...

Stripes Network S.r.l. Sede Legale: Via Marziale, 9 20017 Rho (MI) | Codice Fiscale e Partita IVA 06739310966 | REA Milano 1911987 | Capitale sociale € 10.000 i.v.

Pedagogika.it: Registrazione al Tribunale: n. 187 del 29 marzo 1997 | Iscrizione al ROC: n° di posizione 2228 in data 28.02.2002 | ISSN: 1593-2259